11 agosto 2016

Rubrica: Ho fatto la pipì - 13^ puntata


ARRETRATI E NOVITA’



La novità è che la prima recensione non è dedicata a un locale pubblico torinese, bensì allo stadio San Mamés di Bilbao che ho avuto occasione di visitare a luglio, a campionato concluso e con i lavori di rifacimento del manto erboso in corso. Non restava che andare alla caffetteria e ovviamente al bagno.

Inevitabile è stato il paragone con i cessi, le latrine, insomma quei luoghi immondi chiamati “servizi” dello stadio di San Siro a Milano, che sarà anche la Scala del calcio, ma in quanto a gabinetti è degno dei peggiori bar di Caracas.

La prima considerazione è che quindi è possibile dotare uno stadio di bagni non solo decenti, ma persino belli. La seconda osservazione l’ho fatta vedendo le foto celebrative della squadra di casa, posizionate in modo da allietare la funzione fisiologica del tifoso maschio  e ho pensato che sarebbe stato divertente mettere della carta igienica raffigurante gli stemmi delle squadre avversarie del campionato spagnolo!!  (non sono sportiva, sono tifosa)


bagno per tifoso




- § - § -

Chiusa la parentesi turistico-sportiva passo agli arretrati dei locali torinesi.


Pizzeria Cammafà in via Saluzzo: vista la sala arredata in maniera fantasiosa mi aspettavo di trovare qualcosa di più creativo anche in bagno. Sì, è pulito, ma è piccolo, tutto bianco e anonimo, insomma una delusione.


Pizzeria Vecchia Europa in via Gorizia: belle le piastrelline a mosaico dai colori pastello, ma il punto di forza è che è ben isolato dal resto del locale rivelandosi così un’oasi di quiete e silenzio in cui prendere tregua da un ambiente troppo rumoroso e confusionario.


O’ Rafferty’s Irish Pub in corso Sommeiller: il nome è più lungo della recensione che si merita: angusto e spoglio.


Caffetteria GV in via Tiepolo: ma sono io ad avere sempre problemi oppure questa rubrica è dovuta anche dal fatto che le cose non funzionano mai? Il locale è nuovo eppure la porta non chiude; il rubinetto non è manuale, non è a pedale, non è a fotocellula… insomma non esce l’acqua; il dosatore di sapone è vuoto. Eccheccazzo!


Osteria Mezzaluna in via Bertola: allegro e colorato, in stile mediterraneo. Simpaticissima l’idea del pulsante per far suonare la banda,  peccato che non funzioni. (o sono io che non riesco?)




Istruzioni per l'uso della banda


6 commenti:

  1. No, dai, la carta igienica con gli avversari non è cosa buona e giusta.
    Piuttosto un effetto sonoro, quando riesci a centrare l'orinatoio (noi maschietti siamo abituati purtroppo a farla fuori dal vaso) che urli: "GOOOL!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, l'effetto sonoro è davvero un'idea geniale!!

      Elimina
  2. Voglio andare a Torino solo per provare il bottoncino della banda... Finalmente pipì senza ansia! Ammesso che la banda non sia in vacanza :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari tu sei più fortunata di me... in ogni caso in quel locale si mangia bene.

      Elimina
  3. ma sei granata o zebrata?

    RispondiElimina

Mi fa piacere ricevere i commenti anche se non sono sollecita nel leggerli e rispondere.
Per "firmare" se non siete utenti Google scegliete OpenID e provate a scrivere nel campo URL il vostro dominio di posta elettronica (ad esempio Yahoo.it) Se non funziona mandatemi dei segnali di fumo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...