30 settembre 2014

Le origini della Rubrica "Ho fatto la pipì"


L'antefatto risale alla vacanza a Torremolinos tanti anni or sono quando La Baronessa ed io ci eravamo sistemate nell'unico campeggio della zona i cui bagni, oltre ad essere sempre affollati, versavano anche in condizioni pietose. Alla sera ci recavamo in paese in un bar che prediligevamo per due caratteristiche: il caffè buono e un bagno ampio e pulito, confortevole, talmente bello e comodo che avevamo denominato La Reggia.
Dopo tante "sedute" e tanti commenti di apprezzamento, evidentemente l'abitudine di prestare attenzione a certi dettagli si è consolidata sino a gettare le basi della mia attuale rubrica di recensioni. Va anche aggiunto che in Spagna c'è sempre qualcosa di strano nei bagni: luci temporizzate male, rubinetti a fotocellula intermittente, microlavandini sacrificati in angoli remoti e soprattutto le insegne per indicare il bagno delle donne o degli uomini .
Nel corso di un recente breve soggiorno ho rilevato:
-         monete “d'oro” raffiguranti il sosia di Giulio Cesare e una matrona romana;
-         disegni stilizzati di slip con patta e mutandine dai bordi di pizzo
-         etichette adesive M e H
e converrete con me che tutto ciò è a dir poco bizzarro.

Con tutte queste premesse mancava solo un piccolo passo per arrivare alla rubrica e l‘ispirazione mi fu fornita dal mio amico Er Dip, noto per divertirsi a storpiare i nomi al punto di trasformarli in qualcosa di nuovo. Quando ci si deve trovare da qualche parte non è mai utile fornirgli indicazioni come nome sull’insegna o indirizzo e - in mancanza di un soprannome “ufficiale” – io e lui i locali li abbiamo sempre identificati con una descrizione del bagno. (sì, lo so, siamo strambi, ma ha sempre funzionato)
Non nascondo che sulle prime puntate ho quasi vissuto di rendita recuperando alla memoria le descrizioni dei locali abitualmente frequantati, poi è diventato un impegno serio, quasi una missione.


___________________________
Leggi anche:
La prima puntata della rubrica
Edizione spagnola della rubrica
Toponomastica torinese
 (link-fai-da-te by Mira Queen)

2 commenti:

  1. Conosco una persona che sulla porta del bagno ha una piastra di ottone a forma di bambino che fa pipì sul vasino... Le stranezze abbondano ovunque mi sa :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarà un souvenir comprato in Spagna :)

      Elimina

Mi fa piacere ricevere i commenti anche se non sono sollecita nel leggerli e rispondere.
Per "firmare" se non siete utenti Google scegliete OpenID e provate a scrivere nel campo URL il vostro dominio di posta elettronica (ad esempio Yahoo.it) Se non funziona mandatemi dei segnali di fumo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...