23 dicembre 2013

Ricetta del Panettone Piatto Unico


A ben guardare qualcosa di buono nel natale c’è: il panettone e il pandoro, che in altri periodi dell’anno non si trovano.  Sono ancora deliziata da un pandoro farcito con lo zabaione fatto-in-casa che ho mangiato sabato sera e questo stato di estasi gastronomica mi ha ricordato che ho una ricettina da condividere.

Prima però devo illustrare il contesto in cui ebbe origine questo piatto che al giorno d’oggi si potrebbe definire fusion.



Mio papà ha lavorato in fabbrica per una vita cambiando diversi stabilimenti; la ricetta di cui voglio parlare nasce nel periodo in cui si trovava in un reparto che fungeva da magazzino per le spedizioni in cui non c’era la mensa – intesa come locale dove vengono serviti pasti caldi – ma piuttosto un refettorio dove gli operai potevano riscaldare le cibarie portate da casa (nei cosiddetti baracchini).

Si sa che il lavoro in fabbrica è faticoso e spesso anche alienante, però tra i colleghi si era creato un certo clima goliardico che rendeva meno pesante la giornata, quindi la pausa pranzo era anche un momento di condivisione dei cibi e delle varie specialità regionali.

Come tutte le grandi invenzioni anche questa avvenne quasi per caso, anzi, forse più per gioco assemblando i vari prodotti che erano a disposizione: il risultato fu così strepitoso da essere riproposto nel pranzo collettivo di natale cui partecipavano anche le impiegate e in questa occasione il piatto ebbe la definitiva consacrazione.

Purtroppo io non ho mai avuto il privilegio di assaggiare questo manicaretto, ma grazie ai ricordi di mio papà ho ricostruito la ricetta e prima ancora di provare a realizzarla la propongo qui.



 Prendete un panettone e tagliatelo orizzontalmente in maniera da ottenere diversi strati.

Bagnate ogni strato con della grappa, preferibilmente quella casalinga molto forte, eventualmente potete diluirla con dell’acqua.

Ora il pezzo forte: la salsina. Premetto che di questa non conosco l’esatta ricetta perché si tratta della specialità della moglie di un collega, il quale non ha mai rivelato il segreto di famiglia, ma visto che mio papà l’ha mangiata diverse volte siamo riusciti abbastanza a ricostruirla.

Si tratta di un intingolo di acciughe, ma non il classico bagnetto verde alla piemontese. E’ più una specie di patè macinato grossolanamente composto prevalentemente da acciughe sotto sale condite con tonno, pomodoro, prezzemolo, un po’ di aglio, peperone sott’olio in piccola dose e un’idea molto leggera di piccante. Secondo me una piccola dose di capperi non ci starebbe male.

La salsina va spalmata sulle fette di panettone precedentemente “alcolizzate”, quindi il panettone viene ricomposto e tagliato a fette verticali pronto per esser gustato.



E’ un panettone un po’ particolare, non è esattamente un dolce ed è quasi un antipasto, ma comprende anche il “pussa caffè” (cioè il liquorino digestivo), insomma potremmo quasi definirlo un piatto unico. Se pensate che sia una schifezza vi state sbagliando di grosso, garantisco che è stato apprezzato da tutti - segretarie e capi compresi – e fino a quando il reparto non è stato smantellato, il panettone con le acciughe è stato il pezzo forte dei pranzi natalizi.



Siete giusto in tempo per cimentarvi e se non siete proprio sicuri di riuscire a realizzare bene il lavoro, potete fare una prova utilizzando solo mezzo panettone e il rimanente potrete successivamente prepararlo seguendo la ricetta per recuperare gli avanzi che vi avevo già dato e che trovate qui.



___________________________
Leggi anche:
Negozi fuori stagione
Ho fatto la pipì - 4^ puntata
(link-fai-da-te by Mira Queen)

2 commenti:

  1. Mirella Graziaudo25/12/13

    Non ci posso credere! Dopo un piatto così se non sei sazio e 'mbriaco puoi essere solo la Regina di Mirafiori!

    RispondiElimina
  2. ...oppure il padre della Regina di Mirafiori. Comunque devo prepararlo e poi te lo faccio assaggiare.

    RispondiElimina

Mi fa piacere ricevere i commenti anche se non sono sollecita nel leggerli e rispondere, basta che "firmiate" con un account.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...